RFID - UHF EPC - ISO180006b

 

La tecnologia Rfid UHF opera a 865-868 MHz nelle zone UE, e a 915-902 MHz in Nord America e Giappone.

In Italia, l'utilizzo della tecnologia avviene soltanto dalla metà del 2007, a causa di un lento processo di normalizzazione e liberalizzazione delle frequenze, in passato attribuite per l'utilizzo delle radio PMR in dotazione alle Forze dell'Ordine e ai Vigili del Fuoco, per comunicazioni radio riservate.

I sistemi Rfid UHF (EPC Class1/Gen2, ISO-18000-6b), operano tramite antenne che trasferiscono energia elettromagnetica ad un microchip (solitamente un'etichetta o un transponder rfid), il quale in risposta invia all'antenna del lettore i dati memorizzati nel chip stesso.

Come già anticipato, in Europa (e conseguentemente in Italia) Le frequenze ammesse per le onde elettromagnetiche sono armonizzate nello specifico intorno ad una frequenza di 865-868 MHz.

 


 

La "maschera" spettrale di potenza del segnale rfid uhf in Europa (linea rossa)

Confronto con quella per la banda rfid uhf in Italia, anteriore al 07/2007 (linea bianca)

Nel campo dei sistemi Rfid UHF, gli standard più diffusi a livello globale sono

- EPC Class1/Gen2

- ISO 18000-6c

Le caratteristiche che rendono la tecnologia Rfid Uhf applicabile a molteplici e differenti settori, sono le seguenti:

  • Etichette/Tag di dimensioni minime
  • Distanze di lettura da 5-10cm fino a 7-10 metri
  • Sistemi robusti, affidabili e standardizzati a livello globale
  • Elevato numero di tag leggibili contemporaneamente (oltre 500 in meno di 1 secondo)

Le caratteristiche di questi sistemi, consentono l'utilizzo di apparati per applicazioni di:

Applicazione Rfid Uhf per logistica di abbigliamento

 

 

  • Automazione della logistica
  • Automazione di processo
  • Magazzini automatizzati (carrelli elevatori, nastri trasportatori dotati di lettore rfid)
  • Tracciabilità alimentare

 

 

Dal 2007, anno di liberalizzazione della banda, in Italia si è evidenziato un rapido incremento degli impianti realizzati con tecnologia Rfid Uhf, poichè in generale rispetto alla tecnologia HF è

  • Più economica (in genere 20-30% inferiore al costo di un tag a 13,56Mhz)
  • Più veloce (rapidità di letture, a grande distanza e in presenza di gran numero di tag)
  • Più economica
  • Più potente (maggiore distanza di lettura)
  • Più Item Oriented (ovvero orientata all'applicazione su singolo oggetto)
  • Scalabile
La rapida affermazione di questi sistemi, ha contribuito ad accrescere la conoscenza della tecnologia Rfid a livello globale

Applicazione Rfid Uhf per controllo veicolare


 

Visitatori

 21 Visitatori online